Macchine da caffè per tutti i gusti

Siete alla prese con l’acquisto di una macchina da caffè? Il mercato offre così tanta scelta che è bene informarsi per scegliere il prodotto più adatto alle vostre esigenze e ai vostri gusti. Altrimenti si rischia di fare una scelta solo di design.
Prima di tutto è fondamentale delineare le caratteristiche che deve avere una macchina per caffè espresso. E capire anche quale cifra siamo disposti a spendere, contando però sul fatto che molto spesso (soprattutto online) è possibile trovare delle valide offerte sulle macchine da caffè.
La pressione della macchina deve essere almeno di 9 bar; la temperatura dell’acqua deve essere compresa tra gli 88 e i 92 gradi celsius e il tempo di estrazione per un caffè deve essere di circa 30 secondi.
Per quanto riguarda le tipologie di macchine per caffè espresso automatizzate è possibile dividerle in 4 tipologie principali che corrispondono anche a quattro esigenze differenti.
1) Macchina da caffè a capsule. È l’ideale per chi è di fretta e desidera comunque avere sempre a portata di tazzina un espresso di qualità. È la tipologia di macchina per espresso più diffusa anche per le sue dimensioni compatte e per la semplicità d’uso. Il lato positivo dell’uso delle capsule è avere sempre la giusta dose di caffè e la pressatura più ottimale. Anche per questo con la tipologia a capsule il caffè risulta particolarmente cremoso e denso. Inoltre possono essere usate capsule compatibili e che propongono una varietà di gusti. Probabilmente un aspetto negativi è lo smaltimento delle capsule.
2) Macchina da caffè manuale. Per questa tipologia sono fondamentali i materiali con cui è fabbricata, infatti è più soggetta al deterioramento; meglio la caldaia di acciaio rispetto a quella di alluminio che si scalda prima ma si usura velocemente. Va quindi eseguita una corretta manutenzione. Va fatta una precisazione riguardo al porta filtro che può essere o non essere pressurizzato. Quando è pressurizzato la macchina eroga il caffè solo quando ha raggiunto la temperatura ottimale. Il vantaggio è che anche i meno esperti otterranno una buona schiuma; lo svantaggio se il porta filtro e il filtro stesso non sono di qualità la crema densa ve la godrete per poco.
Il porta filtro non pressurizzato invece, senza dispositivi “crema”, richiede un po’ più di abilità per la pressatura e la macinatura, ma il risultato è da bar.
3) Macchina da caffè a cialde E.S.E (Easy Serving Espresso). Spesso questa funzione la troviamo nelle macchine da caffè manuali. La differenza dalla capsula è che con le cialde un po’ di corposità e di aroma vengono sacrificati, ma il costo è inferiore e sono eco-sostenibili, si possono getta enell’umido.
4) Macchina da caffè automatica. Questo tipo è abbastanza costoso, difficile trovarle di qualità al di sotto dei 250 €. Le dimensioni sono piuttosto notevoli ed è fondamentale il materiale della macina, meglio se di ceramica. È in assoluto le più semplice da usare. Fa tutto lei, dovete solo bere il caffè.
Buon caffè a tutti!